segreto dei corridori keniani

Qual è il segreto dei corridori keniani?

Quando si guarda una maratona o una gara sulle lunghe di distanze si vede spesso come i vincitori siano dell’Africa orientale e più nello specifico del Kenya.

Viene da chiedersi quindi quale possa essere il segreto dei corridori keniani e perché abbiano così tanto successo.

Il segreto dei corridori keniani

Spesso si sente dire che il segreto dei corridori keniani risiede nella loro genetica, ma è bene ricordare che quando si parla di Kenya o di Africa orientale si parla di decine di etnie diverse, con anche caratteristiche “genetiche” peculiari. Il segreto deve quindi trovarsi da qualche altra parte.

Se prendiamo in considerazione, per esempio, quanto scritto dal giornalista e runner Adharanand Finn (autore di “Running with the Kenyans”) possiamo ben comprendere come il Kenya viva e respiri una cultura che premia (è proprio il caso di dirlo) la corsa di resistenza. Se in Italia i bambini tipicamente sognano di diventare calciatori, in Kenya non è raro che sognino di diventare maratoneti.

L’incredibile successo riscontrato dagli atleti keniani, poi, negli ultimi decenni ha anche portato, come spesso accade, a investire sullo sport della corsa. È così che sono nati veri e propri camp di allenamento in Kenya. Il vantaggio di avere queste location per gli atleti locali è presto detto: si tratta di luoghi dove dal lunedì al sabato possono concentrarsi esclusivamente sull’allenarsi, senza distrazioni derivanti dalla vita mondana e circondati solo da altri runner, coach e dal team di supporto presente al camp.

Insomma, parlare semplicemente di vantaggio genetico è assolutamente riduttivo.

Corri insieme ad Alice for Children

Quest’anno puoi farti ispirare dai corridori keniani e scendere in campo, correndo anche tu e proprio per i bambini del Kenya.

Alice for Children opera nelle baraccopoli di Nairobi da più di 15 anni. Le baraccopoli sono grandi agglomerati urbani composti da baracche di pochi metri quadri, senza acqua corrente o elettricità. Qui milioni di bambini non possono andare a scuola e sono costretti a lavorare nella vicina discarica di Dandora, a raccogliere rifiuti a mani nude. 

Noi, con le nostre scuole nelle baraccopoli, aiutiamo più di 3000 bambini. Un numero che cresce ogni giorno.
I nostri bambini possono andare a scuola, vengono sostenuti da un punto di vista alimentare e medico e possono finalmente costruirsi un futuro lontano dalla povertà dello slum. 

Quest’anno parteciperemo alla Milano Marathon con l’obiettivo di raccogliere fondi per le nuove aree delle nostre scuole delle baraccopoli.

Correndo la maratona o facendo parte di una staffetta, potrai sostenere i nostri progetti e difendere i diritti di bambini delle baraccopoli.
Scrivi a [email protected] per avere tutte le informazioni

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi il nostro Alice Magazine