Milano Marathon: una domenica di solidarietà per i bambini di Nairobi

È stata una giornata di sport, di fatica ma anche di amicizia e soprattutto di solidarietà.
Domenica 3 aprile si è svolta la ventesima edizione della Milano Marathon, la prima dallo scoppio della pandemia.
Il più grande evento podistico della città ha visto la partecipazione di 18 mila tra maratoneti e staffettisti.

In un evento come questo, vinto da due atleti keniani (Titus Kipruto e Vivian Kiplagat), Alice for Children, che opera in Kenya da più di 15 anni, non poteva certo mancare.

Alice for Children ha infatti partecipato alla Relay Marathon, insieme a decine di altre Onlus, ONG e realtà del terzo settore.
92 staffettisti e 3 maratoneti sono scesi in pista per la nostra associazione e soprattutto per i bambini dello slum di Nairobi.

Mettendosi in gioco in prima persona, hanno contribuito alla costruzione delle nuove aree delle nostre scuole nello slum di Nairobi, aiutandoci a raccogliere 10000 euro da più di 250 donatori. Abbiamo difeso, tutti insieme, il diritto all’istruzione di migliaia di bambini meno fortunati, permettendo loro di avere un’istruzione di qualità e soprattutto dando loro la possibilità di un futuro migliore.

Una giornata entusiasmante

Fin dalle prime ore della mattina, in largo anticipo rispetto all’inizio della maratona, moltissimi dei nostri corridori si sono ritrovati davanti al nostro stand presso i Giardini Pubblici Indro Montanelli di Milano.
Entusiasmo per il progetto che si stava sostenendo, ansia per la gara che stava per cominciare, anche un po’ di paura per chi ha scelto di correre pur non essendo affatto un runner, queste erano le emozioni principali che hanno inondato il nostro stand.

Alla fine della gara, qualche ora dopo, ne rimaneva soltanto una: la consapevolezze di aver fatto la differenza per i bambini delle baraccopoli; e di averla fatta divertendosi, raccogliendo fondi con i propri amici e contatti che hanno riconosciuto entusiasmo e intraprendenza.

Una giornata resa ancor più bella dai nostri sponsor, che non hanno fatto mancare gadget, snack e premi per i nostri corridori, ma anche arredi per il nostro stand e una copertura fotografica di tutta la giornata super professionale.

Per questo motivo vogliamo ringraziare: Air Europa, All In One,, Atletica Meneghina, Bianco Latte, Decathlon Italia, DLYNR, Fabbrica delle Feste, Enda Running Italia, RMB e WaNa Functional Sweets.

Le nuove scuole dello slum

Ma, per andare nello specifico, per cosa hanno raccolto fondi i nostri corridori?
A seguito della nuova riforma dell’istruzione decisa dal governo del Kenya, nelle scuole è stata introdotta l’equivalente della nostra scuola media. Un percorso di 3 anni che necessita di strutture adeguate e separate dagli altri cicli scolastici, ma anche di laboratori nuovi e attrezzati.

Questi nuovi 3 anni di scuola prevedono infatti il coinvolgimento dei bambini in attività pratiche come i laboratori di scienze e biologia, ma anche di educazione domestica e di scienze umane. 
Laboratori che dobbiamo allestire con tutto il materiale necessario. 

Una vera e propria sfida per organizzazioni come la nostra che lavorano ogni giorno per portare istruzione anche ia bambini più poveri del Kenya. Sfida che stiamo vincendo grazie alle donazioni che sono arrivate proprio grazie ai corridori della Milano Marathon.

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi il nostro Alice Magazine