My Dream: il torneo di calcio femminile realizzato con Fondazione Milan

Sabato 29 novembre, My Dream Stadium, Nairobi.

Grapesyard e la squadra di Alice Village si sfidano per la finalissima del torneo My Dream, dopo aver superato quarti di finali e semifinale. In premio l’ambito trofeo che decreterà la migliore squadra tra le scuole delle baraccopoli di Nairobi. Il pubblico stipato sulle tribune non fa mai mancare il suo supporto, con cori di supporto e di sfottò verso entrambe le squadre.

A dare il calcio d’inizio, un ospite d’eccezione: Benedetto di Blasi, fundraiser di Fondazione Milan.

La finalissima comincia, e come tutte le finali si gioca sui nervi, sulle palle sporche in cui i rimpalli vengono vinti solo di impeto e forza di volontà. La squadra di Alice Village si porta in vantaggio di due gol nel primo tempo. Una partenza insperata vista la forza delle avversarie, vere favorite per la vittoria finale. Faticosamente e anche grazie a dei buoni interventi dell’estremo difensore, la squadra di Alice Village riesce a mantenere il doppio vantaggio fino all’intervallo.

La tensione cresce e Grapesyard rientra in campo con nuove energie, riuscendo a trovare un pareggio già nell’aria da parecchi minuti. L’inerzia della partita sembra cambiata e il pubblico sembra intuirlo. Entrambe le tifoserie continuano senza sosta a incoraggiare le due squadre.
A pochi minuti dalla fine, l’episodio che decide la finale.

Un pallone filtrante mette Mbhite Mueni davanti al portiere. La prima punta di Alice Village, già a segno nel primo tempo, si invola verso la porta e trafigge il portiere con un tocco preciso, scardinando la difesa di Grapesyard.
La partita finisce di fatto qui, gli ultimi minuti di passerella finale servono solo per preparare la festa che esplode al fischio finale. Il torneo My Dream è giunto al termine. Dal punto di vista sportivo e calcistico ci sono vincitori e sconfitti, ma in realtà a vincere sono state le scuole che hanno messo a disposizione strutture, mezzi e organizzazione e soprattutto tutte le ragazze e bambine coinvolte.

Con Fondazione Milan abbiamo portato il calcio femminile nelle baraccopoli di Nairobi

Il torneo non è stata un’iniziativa isolata pensata solo per il viaggio a Nairobi di genitori a distanza e donatori, presenti a Nairobi e in prima file a sostenere le squadre coinvolte. Rappresenta invece il primo coronamento del progetto My Dream, creato grazie all’aiuto di Fondazione Milan a seguito della vittoria del contest From Milan to the World.

Nell’ultimo anno abbiamo portato per la prima volta il calcio femminile nelle baraccopoli di Nairobi, creando da zero squadre per numerose scuole, assumendo coach qualificati e costruendo il My Dream Stadium, il campo sportivo all’interno della Wangu Primari School che ha ospitato il torneo.

Ma questo è solo l’inizio: il torneo diventerà un vero e proprio campionato tra le scuole delle baraccopoli. Il valore educativo dello post continuerà a coinvolgere le bambine e le ragazze dello slum. Grazie al calcio, continueremo a combattere le discriminazioni e a lavorare per una vera parità di genere, in campo educativo e non.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn