Un buon proposito per il 2023: Adottare un bambino a distanza

Ci risiamo!
L’anno nuovo è cominciato e ci troviamo alle prese con i buoni propositi per il 2023, una lista più o meno lunga di impegni, idee, progetti che vogliamo a tutti i costi intraprendere e portare a termine. Sapendo però che ne lasceremo moltissimi per strada, che nel corso dell’anno se ne aggiungeranno di nuovi, e che in fin dei conti le liste di buoni propositi servono a farci entrare nel nuovo anno con un po’ meno paura, con la sensazione di avere, finalmente, il controllo del nostro futuro.

Tra un’iscrizione in palestra e un corso di lingue, un’idea per i nostri buoni propositi per il 2023 non riguarda (sorprendentemente) noi, ma gli altri. Riguarda il dedicare del tempo o delle risorse al prossimo, per concludere l’anno sapendo di aver reso il mondo un po’ migliore rispetto a quando il 2023 è iniziato.

Adottare a distanza per dare valore al tuo 2023

Ecco un buon modo per rendere speciale il tuo 2023: smettere per un secondo di chiederti che anno vivrai, che esperienze farai e cosa otterrai. E pensare invece a che anno avrà un bambino vulnerabile e a che anno invece potrebbe avere grazie al tuo aiuto.

Perché per i buoni propositi per il 2023, anche la solidarietà ha un suo ruolo fondamentale. Adottare un bambino a distanza significa dare ad un bambino vulnerabile una speranza per il futuro, cambiando radicalmente la sua vita.

L’adozione distanza è un percorso impegnativo, che dura molto tempo e che segue il processo di crescita del bambino che si va ad aiutare fino alla fine del suo percorso scolastico.

Allo stesso modo, rappresenta anche un impegno emotivo molto forte. Non è soltanto una donazione regolare, ma permette di instaurare un vero e proprio rapporto con il bambino che si andrà a sostenere. Diventerà parte della famiglia, lo si vedrà crescere. Ricevere gli aggiornamenti o le letterine del proprio bambino a distanza, ma anche parlargli direttamente tramite Skype è sempre un momento di grande emozione, un appuntamento fisso che diventerà parte della quotidianità di chi decide di intraprendere questo percorso. 

Grazie a te, un bambino delle baraccopoli di Nairobi, uno dei luoghi più poveri al mondo, potrà avere un futuro. Potrà smettere di lavorare e andare a scuola, ricevere un sostegno alimentare e medico completo per crescere in salute. Vivere un’infanzia serena.

Insomma, forse nel 2023 la tua vita non cambierà completamente, non rivoluzionerai la tua quotidianità e non farai tutto quello che ti eri ripromesso di fare.
Ma adottando un bambino a distanza, renderai davvero speciale il suo 2023. L’anno in cui la sua vita cambierà del tutto e potrà fare cose che aveva solo sognato, come giocare, andare a scuola sperare in un futuro migliore.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn