morti di covid in Africa

Quanti sono i morti di Covid in Africa?

Quando si parla di Covid-19, difficilmente si pensa alla situazione dell’Africa, a quanti casi e a quante vittime la pandemia abbia portato. Il numero di morti di Covid in Africa rientra quindi raramente nella narrazione pandemica.
Tuttavia, quando si parla di Covid e del futuro della situazione globale, occorre prestare attenzione anche ai dati africani.

I morti di Covid in Africa

A fronte di circa 11 milioni di casi comprovati, i morti di Covid in Africa sono stati 237 mila.

occorre innanzitutto specificare che i casi reali sono sicuramente molti, molti di più. Il sistema di tracciamento che anche nei paesi occidentali ha funzionato solo parzialmente, è sostanzialmente assente in Africa. In particolare modo nelle aree rurali e più povere del continente.

Problematica che potrebbe riguardare anche il numero dei morti, che sono probabilmente di più rispetto a quanto annoverato da le principali organizzazioni internazionali.

Resta il fatto che i morti di Covid in Africa restano molto pochi rispetto a quanto abbiamo visto in Europa e nel resto del mondo.
Sono molte le teorie che cercano di spiegare la bassa letalità del Covid in Africa. Una delle motivazioni più probabili riguarderebbe l’età media drasticamente più bassa della popolazione africana rispetto al resto del mondo.

Un continente popolato da giovani e in cui la componente di popolazione over 65 estremamente marginale spiegherebbe il basso numero di morti di Covid in Africa.

In Kenya, paese in cui operiamo da più di 15 anni, vi sono stati ad oggi circa 6000 morti, con una popolazione di circa 55 milioni di abitanti.

Il Covid in Africa ha comunque fatto molti danni

La pandemia non ha portato solo morti, ma anche restrizioni e lockdown per fermare i contagi. Restrizioni che si sono ripercosse anche e soprattutto sulle parti più fragili della popolazione.
Nelle baraccopoli di Nairobi, i lockdown imposti dal governo hanno portato alla perdita di decine di migliaia di posti di lavoro, senza alcun tipo di ammortizzatore sociale o di aiuto da parte del governo.

La chiusura delle scuole ha aumentato a dismisura la dispersione scolastica. Non solo, le scuole rappresentano per migliaia di bambini un luogo sicuro dove ricevere almeno un pasto al giorno. Scuole chiuse vuol dire fame, insicurezza e mancanza di futuro.

Vaccinare l’Africa serve anche a noi

Portare i vaccini in Africa non serve soltanto a ridurre il numero di casi e di vittime di Covid, e neppure soltanto ad allontanare nuove misure restrittive. Serve anche a scongiurare il sorgere di nuove varianti che potrebbero intaccare tutto il mondo, rallentando e complicando l’uscita dalla pandemia.

Proprio per tutti questi motivi stiamo allestendo dei veri e propri Hub vaccinali nelle baraccopoli di Nairobi. Per portare il vaccino anche a coloro che non hanno accesso ad alcun ospedale, che non vedono il proprio diritto alla salute rispettato.

Tu puoi aiutarci! Perché dal Covid ne usciamo solo tutti insieme!

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi il nostro Alice Magazine