I nuovi laboratori nelle nostre scuole nello slum

A seguito della riforma keniana dell’istruzione, approvata dal governo negli scorsi mesi e che entrerà in vigore dal prossimo anno, ci siamo trovati a dover gestire molti cambiamenti all’interno delle nostre scuole nelle baraccopoli.

L’introduzione delle nuove scuole medie, o per meglio dire Junior Secondary School, ci ha infatti costretto a costruire delle nuove strutture all’interno dello slum per ospitare gli studenti. Una sfida molto importante che abbiamo vinto grazie al sostegno di tutti i nostri sostenitori e che ora permetterà ai nostri studenti di frequentare nuove aule, meglio attrezzate e più moderne.

La riforma però non si è limitata a introdurre le scuole medie all’interno dei curricula scolastici keniani, ha anche cambiato radicalmente l’approccio educativo portato avanti durante tutto il ciclo scolastico.
Si passerà infatti da un approccio molto frontale e nozionistico ad uno che privilegia il coinvolgimento attivo di ogni singolo studente, in attività di gruppo e individuali che ne mettano in luce i talenti e le abilità.

Per questo motivo, all’interno delle nostre scuole medie abbiamo dovuto allestire tutta una serie di laboratori, scientifici e non, per le nuove attività didattiche previste dai programmi.
Le stiamo in questo momento dotando di tutti i materiali necessari per le attività scientifiche. Materiali come microscopi, cartine geografiche, torsi e scheletri umani da anatomia e molto altro ancora.

Un modo per garantire ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze un’istruzione sempre migliore e sempre più focalizzata sulle loro capacità individuali e sulle conoscenze fondamentali per vivere una vita piena, informata e con ampi sbocchi nel mondo del lavoro.

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi il nostro Alice Magazine