gang criminali in Kenya

Le gang criminali in Kenya sono causa e conseguenza della dispersione scolastica

Scoprendo man mano la realtà del Kenya e soprattutto di Nairobi, la sua capitale, ci si scontra molto rapidamente con il fenomeno delle gang criminali. Le gang criminali in Kenya costituiscono un elemento di instabilità molto forte, controllano parte del territorio e delle attività, legali e non legali e soprattutto legate al lavoro informale.

Nel nostro lavoro nelle baraccopoli di Nairobi ci scontriamo spesso con l’operato delle gang criminali in Kenya. Ad esempio, il lavoro di raccolta di rifiuti nella discarica di Dandora è pedissequamente controllato dalle gang criminali attive in città.

Oggi vogliamo però parlarvi di un fenomeno che di primo acchito non sempre legarsi a quello delle gang: la dispersione scolastica.

La dispersione scolastica come causa delle gang criminali in Kenya

La grandissima maggioranza dei membri delle gang criminali in Kenya, soprattutto per quanto riguarda i ranghi più bassi delle organizzazioni, sono giovani e giovanissimi, spesso minorenni e che abbandonano la scuola a causa della povertà in cui vivono, che rende impossibile continuare gli studi.

Migliaia di ragazzi si ritrovano quindi spesso a vagare per le strade delle baraccopoli di Nairobi senza nessuna prospettiva vera e propria e restano ammaliati dalle possibilità di guadagno che le gang offrono ai loro affiliati.

Povertà, ignoranza, disperazione per il futuro portano troppi ragazzi ad unirsi alle gang, che sono causa integrante della povertà e del disagio sociale dello slum.

La dispersione scolastica come conseguenza delle gang criminali

Questo aspetto delle gang criminali in Kenya è sicuramente meno intuitivo. Le gang criminali sono infatti anche la causa di un aumento della dispersione scolastica nelle zone del territorio in cui sono più attive.

Il motivo di questo fenomeno è lo stesso spiegato in precedenza: l’ascendenza che le gang hanno nei confronti dei giovani più poveri, che vedono in esse un futuro economicamente più florido, anche se molto meno sicuro, rispetto ad un’educazione completa.

Spesso questo tipo di gang operano una vera e propria forma di reclutamento all’interno della popolazione scolastica delle baraccopoli, soprattutto nelle zone più povere dello slum.

L’istruzione e l’educazione di un bambino e di un ragazzo delle baraccopoli di Nairobi si conferma una sfida complessa e che va affrontata ogni giorno. L’abitudine, purtroppo consolidata, ad interfacciassi con la povertà e la violenza, con l’illegalità e la presenza delle gang criminali, rende più semplice per un ragazzo arruolarsi in organizzazioni di questo tipo.

Prospettiva criminale che diventa ancor più allettante se non si hanno vere e proprie speranze per un futuro lontano dalla povertà e per una vita piena, serena e soddisfacente.

Speranze che noi aiutiamo a costruire ogni giorno per e con i nostri oltre 3000 bambini delle scuole nello slum.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn