Cambiano le scuole in Kenya, cambia anche il sostegno a distanza per i nostri bambini

Come vi abbiamo già spiegato approfonditamente, il Kenya sta attraversando una stagione di riforme dell’istruzione molto importante che cambierà il volto della scuola nel paese.

Come già detto, la nuova scuola keniana prevederà un cambio radicale di approccio didattico, con l’introduzione di attività pratiche, laboratori e lavori di gruppo che mettano al centro lo studente, le sue inclinazioni e i suoi talenti.
Ma che abbandonino anche l’approccio nozionistico e frontale a favore di uno più coinvolgente e che sviluppi le cosiddette soft skills di tutti gli alunni.

Inoltre, i nuovi curricula scolastici prevedono l’introduzione delle nuove scuole medie, della durata di 3 anni. Le nuove Junior Secondary School coinvolgeranno studenti e studentesse dai 12 ai 15 anni di età.

Come cambia il sostegno a distanza per gli alunni della Junior Secondary School

Le nuove scuole medie hanno rappresentato e rappresenteranno una sfida importante per il nostro lavoro quotidiano.
In primis abbiamo dovuto edificare i nuovi plessi scolastici dedicati alle Junior Secondary School, ma abbiamo anche dovuto rifornirli di tutto il materiale per i nuovi programmi scolastici e per le nuove attività che partiranno tra pochi mesi. Laboratori per materie scientifiche, ma anche per l’economia domestica e per attività di gruppo.

Per le nuove Junior Secondary School, a causa di questi cambiamenti e di queste nuove attività, le spese per ogni singolo alunno aumenteranno, così come aumenterà il materiale scolastico di cui avrà bisogno quotidianamente per poter studiare con profitto.

Per questo motivo, anche il nostro programma di sostegno a distanza per i bambini che entreranno in questo nuovo ciclo scolastico avrà delle modifiche.
Come sapete, il nostro programma di adozione a distanza prevede una quota di 1 euro al giorno. Una cifra più alta rispetto a molte altre associazioni che parlano di adozioni a distanza a 10 euro al mese, se non ancor meno.

Abbiamo già spiegato il perché di questa scelta, votata unicamente a dare ad ognuno dei nostri bambini un’istruzione migliore e un sostegno medico e alimentare non soltanto continuo ma puntuale.

A seguito della riforma scolastica e delle nuove spese che l’istruzione dei bambini delle scuole medie, abbiamo quindi deciso, in accordo con tutti i genitori a distanza i cui bambini stanno per iniziare questo nuovo ciclo scolastico, di modificare la quota mensile per sostenere i loro bambini.

Una scelta non facile e di cui i genitori a distanza coinvolti sono venuti a conoscenza ormai alcune settimane fa, parlando telefonicamente con il nostro staff. Una scelta di trasparenza e di responsabilità e che mette al primo posto l’istruzione di ogni singolo bambino dello slum e soprattutto il suo futuro.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn