aiutare i bambini africani

Come possiamo aiutare i bambini del Kenya?

Ogni giorno vediamo in televisione, in campagne pubblicitarie e in video sui social immagini di bambini africani in difficoltà, poveri, denutriti e malati. 
Sono immagini con grande pathos, che puntano a commuoverci e che spesso riescono nel loro intento. E che fanno a noi stessi cosa possiamo fare per aiutarli davvero.

Ma a parte una piccola ed estemporanea donazione, come possiamo davvero aiutare i bambini africani?
Qui potete trovare due modalità di aiuto vero, duraturo e che possono avere un grande impatto sulla vita dei bambini dell’Africa.

Il miglior modo per aiutare i bambini africani: adottare a distanza!

Il miglior modo per aiutare i bambini africani in modo continuativo è senza dubbio l’adozione a distanza. 

L’adozione a distanza è un percorso duraturo, segue la crescita del bambino finché non arriva all’età adulta e ti permette di assistere ai cambiamenti che la donazione porta alla vita del tuo “figlio a distanza”.
Rappresenta una spesa mensile (o annuale) fissa; ed anche se è spesso economicamente più impegnativa rispetto ad una semplice donazione, offre dei vantaggi notevoli, sia per te che per il tuo bambino. 

Il bambino africano che deciderai di sostenere avrà a disposizione un sostegno fisso su cui contare, che gli permetterà di andare a scuola, di non soffrire più la fame e di crescere in serenità. Avrà gli strumenti necessari per costruirsi un futuro ed allo stesso tempo vivere l’infanzia che si merita. 

Tu avrai la consapevolezza di aiutare, giorno per giorno, un bambino africano. Capirai l’importanza della tua donazione, che non sarà semplicemente una goccia nel mare, ma rappresenterà la salvezza per un bambino. Ma imparerai anche a conoscere una parte di mondo del tutto diversa da quella a cui sei abituato. 

Non solo, grazie al nostro programma di sostegno a distanza, potrai creare un vero e proprio rapporto con il bambino che sosterrai. Potrai scambiare con lui lettere e messaggi, ma anche parlare con lui delle chiamate via Skype. 
Diventerà parte della tua quotidianità e della tua famiglia, e se vorrai potrai anche incontrarlo di persona, partecipando ad uno dei nostri viaggi in Kenya

Fare volontariato in Africa

Il secondo modo per aiutare i bambini africani è senza dubbio quello di prendere un aereo, andare in Africa ed aiutarli in prima persona. 
Diventare volontario ti permetterà di crescere a livello personale e professionale. Potrai stringere amicizie profonde, valorizzare le tue potenzialità, metterti in gioco e superare i tuoi limiti.

In questi anni, tantissimi volontari hanno dato il loro contributo realizzando attività educative, ludico-ricreative, artistiche e sportive per i bambini, portando con loro il ricordo dei sorrisi e un aiuto concreto per la comunità.
Partecipando al nostro programma di volontariato hanno potuto trascorrere alcune settimane a stretto contatto con i nostri progetti e con i bambini dello slum di Nairobi e della comunità Masai.
Alice for Children opera nelle baraccopoli di Nairobi e nell’area rurale di Rombo, ai confini con la Tanzania. Ogni anno decine di volontari trascorrono alcune settimane con i nostri bambini. Aiutano a portare avanti i nostri progetti e cambiano la loro vita e la propria con un’esperienza indimenticabile. 

Esistono sicuramente altri modi per aiutare i bambini africani, come partire in missione umanitaria o iniziare a lavorare per un’organizzazione che lavora sul campo. Ma sono per lo più attività che comportano un cambio radicale delle nostre vite. Un cambiamento che riguarda la nostra quotidianità e spesso anche la nostra vita professionale.

Adottare a distanza e fare un’esperienza di volontariato invece sono modalità di assistenza molto differenti.
L’adozione a distanza è un percorso che arricchisce la nostra quotidianità, così come un’esperienza di volontariato arricchisce la nostra esperienza e la nostra comprensione del mondo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Leggi anche